Ad Astra

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
7.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ad Astra

Storie parentali in Ad Astra dell’americano James Gray dove un cosmonauta inviato dalla Nasa su Marte scopre che suo padre, pure lui astronauta, non era morto eroicamente come l’Agenzia aveva fatto credere a tutto il mondo, ma si era scomparso dopo essersi ribellato agli ordini quando aveva scoperto che la missione di cui era al comando consisteva nel far esplodere una bomba atomica destinata a distruggere un’ipotetica civiltà spaziale in conflitto con quella terrestre. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Appena un minuto

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Appena un minuto

Film che poteva avere nell’idea iniziale una buona base per una commedia non occasionale, ha nella sceneggiatura il suo limite più grande, con battute che spesso funzionano ma che hanno lo spessore di gag messe una vicina all’altra senza mai riuscire ad amalgamarsi in maniera completa. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Rambo - Last Blood

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rambo - Last Blood

La pellicola è il quinto capitolo della saga cinematografica su John Rambo, iniziata nel col film Rambo (1982) diretto da Ted Kotcheff. E’ stato chiamato così con un riferimento al titolo originale dell'adattamento cinematografico del romanzo, Primo sangue. Il progetto ha avuto vita travagliata: nel settembre 2014 la Millennium Films annuncia la pellicola. Nel gennaio 2016 lo stesso Stallone afferma di non aver più intenzione di rivestire i panni del reduce John Rambo, dichiarando che Il cuore mi dice di sì, ma il corpo no. Mi vengono in mente i lottatori che ritornano per un ultimo round e vengono messi al tappeto. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

52° SITGES Festival Internacional de Cinema Fantàstic de Catalunya

Stampa
PDF
Leggi tutto...Il più grande spettacolo di cinema fantastico del mondo ha riaperto le porte: dal 3 al 13 ottobre il 52 Festival Internacional de Cinema Fantàstic de Catalunya presenta 171 film con 355 proiezioni. Sono già stati venduti 46.567 biglietti e sono previsti circa 200.000 visitanti. 542 i giornalisti accreditati e ben 845 i professionisti dell’industria cinematografica.
Se si aggiunge che saranno presentati 37 libri di genere e che ci sono cinque sezioni di concorso: Secciò Oficial Fantàstic, Orbita, Noves Visions, Midnight X-Treme, Animat, non resta che accostarsi al tappeto rosso e completare questo universo fantastico che tra numerosissimi ospiti premierà anche i nostri Asia Argento e Pupi Avati.
 

Leggi tutto...

Stuber - Autista d'assalto

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stuber - Autista d'assalto

Commediola senza pretese ma con alcune idee simpatiche – ad esempio l’auto elettrica utilizzata dal autista Uber silenziosa come un killer (battuta detta dal poliziotto mentre il suo avversario viene investito… senza rumore) ma che al momento opportuno finisce la carica e rischia di diventare una bara per i suoi occupanti. Per capire lo spirito del film, basterà dire che negli Stati Uniti Walt Disney Studios Motion Pictures sotto la supervisione 20th Century Fox la sta distribuendo negli Stati Uniti: non è esattamente un film per famiglie ma sicuramente per il ghiotto share dei 10/12enni che si identificano nel nerd che alla fine diviene il vero eroe. Diretto dal decoroso regista canadese Michael Dowse, che si è fatto le ossa soprattutto in televisione, ha interpreti motivati e, perché no, bravi. Il cinquantenne Dave Bautista, gigantesco (alto 1,98 per un peso di 130 chili), non proprio bellissimo, è perfetto per dare vita al detective. Di madre greca e padre filippino è stato anche campione di wrestling; ha iniziato a fare l’attore nel 2006 dopo essere stato eroe di molti videogiochi di successo.

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Attacco al potere 3 - Angel Has Fallen

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Attacco al potere 3 - Angel Has Fallen

Prodotto ed interpretato da Gerard Butler, che nel personaggio dell’agente della sicurezza ha trovato una sicura ancora di salvezza nel periglioso mondo delle major in cui ‘del doman non v’è certezza”, stancamente ripropone le situazioni che avevano dato vita alle prime due puntate di quella che immaginiamo sarà una lunga serie. Non è peggio di tanti altri, ma vedere sprecati attori del livello di Morgan Freeman e Nick Nolte (non sono gli unici a recitare in maniera poco credibile) dispiace: inutile utilizzare interpreti veri e poi ridurre ogni cosa ad un esasperato utilizzo di effetti visivi e di stuntman. Il primo di questa serie di Attacco al Potere, Olympus Has Fallen (2013), era diretto dallo statunitense Antoine Fuqua e le vicende di Mike Banning, integerrimo AMERICANO che combatte contro i terroristi e salva il mondo potevano essere ancora accettabili. Il secondo, Olympus Has Fallen 2 (2016) era già poco credibile perché basato su situazioni ormai superate dalla realtà politica e sociale: diretto dall’iraniano Babak Najafi era stato una delusione. Passano altri tre anni (con questa cadenza, il prossimo episodio lo vedremo nel 2022) e giunge sui nostri schermi il solito agente Banning non troppo invecchiato nell’aspetto ma assolutamente privo di elementi narrativi nuovi. Qui il regista è Ric Roman Waugh, specializzato nell’azione (in passato era uno stuntman), e i dialoghi perdono ancora più importanza. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Good Boys - Quei Cattivi Ragazzi

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Good Boys - Quei Cattivi Ragazzi

Per definire un film politicamente scorretto, da oggi si potrà sicuramente portare come esempio Good Boys - Quei Cattivi Ragazzi, che viola molti capisaldi dei film giovanilistici con la storia in cui tre undicenni – molto amici tra di loro – hanno esperienze o traumatizzante o, quantomeno, singolari. Si inizia con la gioia del padre di uno di loro che, beccato mentre si masturba, è complimentato dal genitore forse perché temeva potesse avere interessi omo e non etero come conferma quello che vede sul suo PC. Ma non è che l’inizio, con esperienze sicuramente da adulti – o quantomeno da ‘scafati’ liceali – che li portano a rubare, a comperare della droga ed in parte utilizzarla, ad attraversare con incoscienza autostrada con macchine che sfrecciano sulle 4 corsie, a spiare ragazze non esattamente pudiche, a giocare con bambola gonfiabile senza sapere cosa sia, a fare tutte cose rigorosamente proibite (non manca l’alcool). Difficile valutare questa commedia perché le  componenti spesso risultano disturbanti per la normalità con cui vengono messe sullo schermo e vissute dai vari personaggi. Eppure, questo film dal taglio demenziale è interessante, originale, spesso coinvolgente. Resta il fatto che non è esattamente educativo e che, se imitato dai giovani spettatori, rischierebbe di creare situazioni gravemente pericolose. Per chi ha visto il trailer, tutto è chiarissimo visto che il produttore Seth Rogen – noto sia per i serial televisivi un po’ folli e per Strafumati (Pineapple Express, 2008) – rivolgendosi ai tre dotati ragazzini dice: Ragazzi, io sono uno dei produttori del vostro film e purtroppo voi non potete vedere il trailer del vostro film! C'è droga, c'è violenza, ci sono parolacce e, nonostante abbiamo deciso che faceste queste cose nel film, non potete vedere voi stessi che lo fate nel trailer! Benvenuti a Hollywood! Con queste parole, spiega che spesso il perbenismo rischia di castrare ogni cosa, anche un buon film. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Genitori quasi perfetti

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
7.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Genitori quasi perfetti

Genitori quasi perfetti è il secondo lungometraggio di Laura Chiossone, già regista di cortometraggi, videoclip (per Morgan, Marracash, Marlene Kuntz) e documentari. La sua opera prima - Tra cinque minuti in scena (2012) – era una tenera storia di dipendenza tra un’attrice di teatro  e la madre non più autonoma, che s’intreccia tra fiction e vita reale in un quadro di passaggio tra generazioni al femminile. Spunto autobiografico per questa bella commedia, quella di genitore con il timore che alle feste di compleanno dei figli – soprattutto se organizzate in prima persona – non si riesca ad accontentare i bambini e, peggio ancora, madri e papà. I personaggi della commedia corale - che, per amarezza, ferocia e alternanza di toni, ha molte delle caratteristiche della buona commedia all'italiana - danno infatti il meglio di sé mentre conversano tramite i loro smartphone, ma quando si incontrano, l'amicizia diventa diffidenza e si innescano dinamiche sulle prime comiche e poi drammaticamente distruttive. Ogni adulto è diverso dall’altro, tutti cercano di fornire di se stessi una buona impressione, ma il pomeriggio è lungo dando tutto il tempo per non riuscire sempre a fingere. Il padre senza lavoro che giudica chi non ha il tempo per seguire i figli, il separato che non riesce a legare con gli altri, l’estetista che vive nel mondo delle soap opera, la coppia convenzionale che, alla fine, rischia di esplodere. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...

Tutta un'altra Vita

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutta un'altra Vita

Difficile pensare che sia possibile continuare a realizzare commedie di questo tipo sperando di riportare al cinema il grosso pubblico, incuriosendo chi ormai guarda tutto o in televisione o su Internet. Ogni film è fin troppo simile ai tanti precedenti, sempre più latitano i dialoghisti che sembrano impegnati unicamente nel vedere il pregresso e… rendere loro omaggio con citazioni che somigliano molto a repliche senza fantasia. I grandi jazzisti non avevano bisogno di avere pezzi splendidi per creare la magia, ma chi crea le battute ha assoluto bisogno di un soggetto e di una sceneggiatura quantomeno accettabili per creare qualcosa di accettabile. Il problema grosso è che Tutta un'altra Vita ha in Alessandro Pondi anche l’unico responsabile dello script: a lui mancavano le idee e non aveva collaboratori in grado di aiutarlo. Qui al suo secondo titolo dietro la macchina da presa dopo Chi m'ha visto (2018), il regista dimostra carenze nella costruzione narrativa. 

Leggi tutto...

Teen Spirit - A un Passo dal Sogno

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
6.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Teen Spirit - A un Passo dal Sogno

Per il debutto dietro la macchina da presa Max Minghella, buon attore nonché figlio del regista Anthony, si è basato su di una sceneggiatura da lui scritta certo non perfetta ma che fa respirare in maniera più che accettabile le atmosfere di un X Factor ambientato dapprima nell’Isola di Wight e poi a Londra per una finale con… 100 paesi collegati. Il film è esattamente quello che uno si può attendere – una favoletta in cui chi ottiene premi è il più sfortunato nella vita – ma proprio questo dietro le quinte è molto bene raccontato (una su tutte, la scena del lunghissimo corridoio che porta dai camerini fino al palcoscenico rutilante di luci). Minghella fa la cronaca del concorso anche se non può esimersi dal fare sentire anche vari pezzi musicali. 

Cast, Crew, Infos - Cinema

Leggi tutto...