Stampa
PDF
 

Il Conte di Lautréamont Il Conte di Lautréamont Hot

Il Conte di Lautréamont

Cast, Crew, Infos - Teatro

Titolo originale
Il Conte di Lautréamont
Autore
Jacopo Sabar Giacchino, Leonardo Denoda
Interpreti
membri della compagnia Hypnotératra, Bruno Cereseto, Franco Leo (voce)
Compagnia
Hypnotératra

Si è aperto il Cantiere Campana, e nel modo più suggestivo e altisonante possibile; a inaugurare la rassegna dedicata alle nuove realtà teatrali italiane (grande scommessa stagionale della Tosse), è stata infatti la compagnia Hypnotératra con il suo Il Conte di Lautréamont, in prima nazionale assoluta. Una lunga e accidentata passeggiata oltremondana – così nelle note di presentazione – che ha replicato l’esperimento onirico di Specula Dantis avvicinando lo spettatore ad una delle figure più controverse delle lettere francesi ottocentesche, poeta di grande virulenza espressiva autore de I canti di Maldoror, Isidore Lucien Ducasse (1846 – 1870), in arte Conte di Lautréamont.

Difficile sintetizzare in poche righe uno spettacolo perennemente sospeso tra il sogno, il sabba e l’evocazione di spettri, viaggio allucinato e criptico nelle zone oscure di un’opera artistica e di una vita in parte ormai sepolte sotto la glassa maledettista che ricopre molte meteore poetiche del secondo Ottocento. Non si pensi alla lineare ricostruzione di un percorso biografico o all’ennesima elucubrazione sul nesso vita-arte risolta attraverso la teatralizzazione di episodi celebri e intimità inventate: il Lautrémont interpretato da Jacopo Sabar Giacchino – regista e autore insieme a Leonardo Denoda  – appare come un fantasma letterario archetipico nella sua esanguità, e come tale attraversa la pericolante serie di quadri che compongono il tutto, veri e propri squarci notturni di surrealismo in cui la parola declamata dal Conte si alterna e sovrappone ai contorcimenti coreografati di figure inclassificabili e misteriose, apparse dal fondo di un immaginario decompostosi nel tempo. Elementi del tutto imprevedibili perciò sfilano davanti agli occhi e penetrano nelle orecchie dello spettatore: un vecchio marinaio gracchiante (Bruno Cereseto) al quale sono affidate brevi apparizioni da narratore interno, un’immensa vela che domina il palco trasformando lo spazio scenico in una nave in viaggio attraverso gorghi marini metaforici, l’inconfondibile voce di Franco Leo che dall’alto guida il pubblico lungo un racconto magmatico e vago, bonzi che recitano mantra incomprensibili, neri che si dimenano tarantolati, un marinaretto metà burattino e metà ragno. Dalla giustapposizione di volta in volta sottile e violenta di materiali così ricchi e spesso stridenti nasce la suggestione innegabile di uno spettacolo vistosamente ricco di spunti e trovate ingegnose, ma non esente da difetti. A cominciare da luci squilibrate che sembrano volersi rifare alla pittura romantica ma finiscono solo col sporcare l’oscurità in cui è calata la scenografia con tagli di illuminazione irregolari che cancellano i volti degli attori (peccato massimo, visti anche i ritmi volutamente estenuati di monologhi e scambi dialogici). Proseguendo poi con la scelta infelice di chiudere ogni quadro con dissolvenze in nero: nient’altro che un modo per togliere fluidità ad un insieme cromaticamente omogeneo ma nella sostanza estremamente composito, trasformando ogni scena in un blocco definito e definitivo in grado di collegarsi con ciò che segue e precede esclusivamente grazie a fili sempre più inconsistenti, oltre che alla presenza spettrale del protagonista. Lo spettacolo si rivela, dunque, un susseguirsi molto dilatato di tempi morti e brusche accelerazioni, un contenitore di immagini dal fascino diseguale che non riescono a prescindere dal bric-à-brac decadentista  ma hanno il merito di cercare con forza e determinazione lo spettatore, seducendolo. Alla fine, restano nella memoria suoni e macchie di colore: un risultato tutt’altro che disprezzabile, e che fa ben sperare per il futuro di Hypnotératra.

Image Gallery

Il Conte di Lautréamont
Il Conte di Lautréamont

opinioni autore

 
Il Conte di Lautréamont 2012-11-15 16:34:15 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
7.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    15 Novembre, 2012
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews