Stampa
PDF
 

Misura per misura Misura per misura Hot

Misura per misura

Cast, Crew, Infos - Teatro

Titolo originale
Measure for Measure (1603)
Autore
William Shakespeare (1564 – 1616)
Interpreti
Eros Pagni, Angelo Gianluca Gobbi, Antonio Zavatteri, Aldo Ottobrino, Roberto Serpi, Roberto Alinghieri, Nicola Pannelli, Fabrizio Careddu, Pietro Marco Avogadro, Massimo Cagnina, Alice Arcuri, Antonietta Bello, Irene Villa

Scene
Jean-Marc Stehlé, Catherine Rankl
Musica
Andrea Nicolini
Luci
Sandro Sussi
Compagnia
Teatro Stabile di Genova

 

Tra le commedie shakespeariane Misura per misura (1603) è una delle più nere. Se la visione del genere umano che ha il grande drammaturgo inglese non è quasi mai ottimista, con le parziali eccezioni di alcuni testi fra cui Molto rumore per nulla (Much ado about nothing, 1598-99) e La bisbetica domata (The Taming of the Shrew, prima del 1594), in questo caso lo sguardo incupisce a trecentosessanta gradi. E’ un copione quasi privo di personaggi positivi, poiché tale non può essere considerato Vincenzo Duca di Vienna che abbandona il potere senza dare spiegazioni e lo fa per spiare sia il reale sentire del popolo sia i comportamenti dei sudditi improvvisamente investiti di grande autorità. Né può essere considerata esemplare la casta Isabella, giovane novizia cui il reggente chiede di perdere la virtù se vuol salvare da more il fratello imputato di fornicazione fuori dal matrimonio. Nel mettere in scena il testo Marco Sciaccaluga ha spinto su questi aspetti negativi, sino a togliere ogni dubbio sulla reale natura di Isabella che, con un vero colpo di scena, non appena riceve da Duca, tornato a governare, la proposta di sposarlo non assente esplicitamente ma si comporta come una lasciva ballerina di lap dance. Un pessimismo sostanziale attualizzato nei costumi e reso irrisolvibile da una scenografia, particolarmente efficace, che si avvita su se stessa a dare il senso di un circolo vizioso privo di vie d’uscita. Sembra quasi che il regista abbia seguito lo spirito dominante del tempo che, fra crisi economica e nefandezze politiche, allontana un numero crescente di cittadini dalla partecipazione alle decisioni fondamentali attorno alla cosa pubblica; tanto sono tutti uguali, si dice commettendo un errore madornale. La recitazione, non priva di toni eccessivamente gridati, in particolare da parte del Conte di Eros Pagni, è sagomata su questo pessimismo sostanziale e contribuisce non poco al bilancio di uno spettacolo molto ben costruito, anche se spiazzante e, a una prima lettura, quasi scostante.

 

Image Gallery

Misura per misura
Misura per misura
Misura per misura

opinioni autore

 
Misura per misura 2010-10-16 08:05:52 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
7.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    16 Ottobre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews