Trilogy in Two

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
7.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Trilogy in Two

Trilogy in two nasce da un libretto e si avvale della regia del compositore Andrea Liberovici. È un monumento alle capacità canore dell’americana Helga Davis e a quelle musicali dello Schaffeld Ansemble, diretto da Sara Caneva. 

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Teatro Nazionale di Genova, Fondazione i Teatri, Festival Aperto Reggio Emilia, Schaffield Ensambre

Leggi tutto...

All over lovely

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
7.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

All over lovely è una piéce teatrale a due personaggi, scritto dall’inglese Claire Dowie che ha avuto la sua prima nel 1996: è già opera matura della drammaturga, attrice e performer il cui primo lavoro, Cat And Mouse, era stato messo in scena nel 1986. È un dialogo acceso sul risveglio sessuale degli adolescenti, sul lesbismo politicizzato, su come essere una donna nel mondo del femminismo moderno, sul sentirsi anarchici anche divenendo madre, sulle comuni diventate specie di cooperative in cui si producono beni (qui si parla di agricoltura bio) poi venduti a persone che possono permettersi prezzi più alti: in questo vi è un ulteriore fallimento degli IDEALI.

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Performer Arti Applicate

Leggi tutto...

Sarto per signora

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

 

Difficile riuscire a trovare nuove chiavi di lettura per una commedia che ha avuto innumerevoli messe in scena, e Massimo Chiesa, perno della THE KITCHEN COMPANY e suo regista stabile, non cerca di stupire ma, piuttosto, di fare rivivere la magia creata da Feydeau oltre 130 anni orsono. Con il suo intervento dà maggiore importanza al rapporto tra spettatori ed interpreti, creando una complicità che rende ancora più diretta ed irrefrenabile la risata.

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
THE KITCHEN COMPANY

Leggi tutto...

Non si uccidono così anche i cavalli?

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Non si uccidono così anche i cavalli? (They Shoot Horses, Don't They?, 1969) è un il titolo si un romanzo di  Horace McCoy (1897– 1955) da cui il regista Sydney Pollack (1934 – 2008) ha tratto, nel 1969, un film che, all’epoca, suscitò roventi polemiche. Ambientato negli anni della grande crisi americana in una sala da ballo in cui si teneva una maratona di danza (genere di spettacolo all’epoca molto praticato) fu letta da molti come una metafora dalle ingiustizie e della ferocia che soffiavano sulla società statunitense. Da notare che si era in piena guerra del Vietnam (1955 – 1975) e che Hollywood era particolarmente impegnata a contrastare il conflitto. Il regista teatrale Giancarlo Fores ha ripreso in mano questo testo ambientandolo ai giorni nostri e, di conseguenza, mutandone l’obiettivo in una critica dei talent o contest che dir si voglia, di cui sono ricche le programmazioni televisive. Questo spostamento causa un fallimento dell’intero progetto visto che epoche, situazioni e problemi sono completamente diversi. Ne nasce una proposta non sanata dal virtuosismo dei giovani interpreti che non riescono a rendere credibile il loro immolarsi per uno scopo tutto sommato modesto. Non si dubita che oggi ci siano ragazzi e ragazze disposti a tutto pur di conquistarsi i loro cinque minuti di notorietà, ma questa disponibilità ha caratteri incomparabili con quella dell’epoca del romanzo, così come non è facile paragonare la vera fame che dovevano fronteggiare i poveri negli anni trenta con la mancanza di successo di oggi

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
OTI OFFICINE DEL TEATRO ITALIANO

Leggi tutto...

Il Grigio

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il Grigio

Dopo essere stato presentato in versione reading lo scorso autunno a Genova ed avere debuttato al Teatro Carcano di Milano in prima nazionale il 3 di questo mese, Il Grigio di Giorgio Gaber e Sandro Luporini si è presentato al pubblico genovese ben rodato, con Elio autentico mattatore in grado di utilizzare al massimo la scenografia minimalista – scatoloni bianchi di varie forme posti uno sopra l’altro apparentemente senza un ordine preciso – che si coloravano seguendo le emozioni e le vicissitudini dell’eroe di questo monologo, un cinquantenne in crisi esistenziale che spera di trovare la pace e se stesso andando a vivere da solo in una casa ai margini della campagna ma comoda anche per la città. Lascia la moglie – da cui sta separandosi legalmente – ma anche l’amante che non ha abbandonato il marito. 

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Teatro Nazionale di Genova in collaborazione con la Fondazione Gaber

Leggi tutto...

I Costruttori diI imperi o lo SCHMÜRZ

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

La buona riuscita di questa nuova messa in scena della commedia di Boris Vian ha origine dalla traduzione ‘teatrale’ di Massimo Castri che debuttò come regista proprio con questo lavoro nel 1972 al Teatro Santa Chiara di Brescia. Sul testo ha posto il suo imprimatur Emanuele Conte che ha riletto completamente quanto creato dall’artista francese e ne ha fatto un’opera completamente diversa da quella, ad esempio, realizzata nel 2005 dal regista Davide Iodice con l’interpretazione di Alessandro Benvenuti. Boris Vian, morto trentanovenne per infarto dopo 5 minuti dall’inizio del film – che lui aveva pesantemente contestato - Il colore della pelle (1959) tratto dal suo discusso romanzo J'irai cracher sur vos tombes, era eclettico e prolifico: aveva scritto 500 canzoni, una decina di romanzi e piéces teatrali ma era anche noto come attore, buon trombettista e poeta. Ne I costruttori di imperi c’è tutto di lui: la complessità della costruzione richiede grossa fatica da parte di tutti quelli che vi partecipano. E’ opera di grande cattiveria che unisce il mondo del teatro dell’assurdo con sonorità e tecnica letteraria in una simbiosi perfetta. Conte ha voluto creare un impatto differente tra interpreti e pubblico trasformando fisicamente i personaggi – tranne il martirizzato Schmürz – con maschere ed impianti che coprono per intero i loro corpi. Ha realizzato questo lavoro lo scultore Ruben Esposito che ha utilizzato calchi dei volti per poi creare le sue interpretazioni artistiche: ogni maschera è nata durante le prove, cercando di ‘leggere’ anche le caratteristiche dei vari attori; gommapiuma e quant’altro hanno aiutato a cambiare completamente l’aspetto fisico. La regia è molto attenta e non lascia spazio all’improvvisazione che rischierebbe di bloccare i delicati ingranaggi.

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse

Leggi tutto...

The Global City

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Global City

Nicola Pianzola e Anna Dora Dorno sono l’anima della compagnia Instabili Viaggianti da loro fondata nel 2004. In The Global City hanno riunito (lui drammaturgo, lei regista) le loro esperienze in giro per il mondo, da Città del Massico a Calcutta, da Montevideo a Buenos Aires, da Shanghai a Seul, dal Sud America al Giappone.

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
TEATRO NAZIONALE DI GENOVA, EL FLORENCIO/ FESTIVAL FIDAE 2019 – URUGUAY con il sostegno di Mibac e SIAE nell’ambito del programma “Per Chi Crea”

Leggi tutto...

Vader

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Vader

Il Teatro Nazionale di Genova ha avviato la sua stagione alla Corte con uno spettacolo davvero eccezionale. Vader (Father - Padre) della compagnia belga Peeping Tom (Guardone) e per la regia del coreografo Franck Chartier è una proposta di teatro danza in cui i movimenti dei ballerini si mescolano armoniosamente ai (pochi) dialoghi e alle atmosfere meste. 

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
PEEPING TOM, Theater im Pfalzbau (Ludwigshafen), KVS – Royal Flemish Theatre (Bruxelles), Festival GREC (Barcellona), HELLERAU – European Center for the Arts Dresden, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, Théâtre de la Ville (Parigi), Maison de la Culture (Bourges), La Rose des Vents (Villeneuve d’Ascq), Printemps des Comédiens (Montpellier) con il sostegno di Sommerszene, Szene Salzburg (Salisburgo).

Leggi tutto...

The Confession

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
8.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Confession

Ultimo dei cinque spettacoli inseriti nell’ambito della XXIV edizione della Rassegna di Drammaturgia Contemporanea, The Confession è sicuramente uno dei più riusciti sia per la qualità del testo che per l’ottima regia del trentanovenne Simone Toni, enfant prodigé del teatro italiano. Nato e cresciuto all’ombra del Piccolo di Milano, a 20 anni era già sul palcoscenico tra gli interpreti de Socrate messo in scena da Gigi Proietti e La vita è sogno di Pedro Calderón de la Barca diretto da Luca Ronconi; con quest’ultimo si è creato un rapporto speciale che è scaturito in Amor nello specchio, scritto da Gian Battista Andreini, dove è coprotagonista di Mariangela Melato. Oltre a tante altre esperienze con diversi registi, nel 2004 affianca Ronconi non più solo nelle vesti di attore, ma anche di aiuto regista, in occasione dell'allestimento del dramma di Arthur Schnitzler Professor Bernhardi. Moltissime le loro collaborazioni, e per Toni l’inizio di un percorso artistico di primo piano.

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Teatro Nazionale di Genova

Leggi tutto...

Rob

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
7.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rob

Quarto dei cinque spettacoli inseriti nell’ambito della XXIV edizione della Rassegna di Drammaturgia Contemporanea, Rob è il testo più impegnativo visto fino ad ora, con una drammaturgia complessa e lo sviluppo narrativo che pesa unicamente sulle spalle del giovanissimo e bravo Simone Cammarata in un tour de force di 90 minuti; come unico supporto ha il particolare sound creato da Taru (Ruggero Lambo) che sottolinea e crea stacchi tra un personaggio e l’altro. E’ il primo monologo per il ventiquattrenne siciliano, fresco della Scuola del Teatro Stabile che aveva già fatto bene lo scorso anno ne Il cerchio Rosso di Vitaliano Trevisan con la regia di Massimo Mesciulam: ma in quella occasione sul palcoscenico aveva altri quattro compagni di ventura. 

Cast, Crew, Infos - Teatro

Compagnia
Teatro Nazionale di Genova in collaborazione con Onassis Stegi

Leggi tutto...