Stampa
PDF
 

Napoli velata Napoli velata

Napoli velata

Cast, Crew, Infos - Cinema

Titolo originale
Napoli velata
Sceneggiatura
Ferzan Özpetek, Gianni Romoli, Valia Santella.
Interpreti
Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari, Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Loredana Cannata, Carmine Recano, Angela Pagano.
Nazionalità
Anno
Durata
113

Il prefinale di Napoli velata di Ferzan Özpetek si svolge nella Cappella Sansevero, attorno alla celebre statua il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino (1720 – 1793), una delle opere più importanti del barocco napoletano. Prima ancora non erano mancati i riferimenti a famose opere, sempre in stile barocco, come l'utero sezionato della Farmacia degli Incurabili.

Il regista turco – italiano si avventura in un thriller, non trascurando riferimenti ai film di Alfred Hitchcock (1899 – 1980) come La donna che visse due volte (Vertigo, 1958). Questo è il punto di maggior perplessità. Se è vero che Ferzan Özpetek ha spesso mostrato interesse per le storie che contengono approcci mistery come nel caso de La finestra di fronte (2003), altro titolo di derivazione hitchcockiana, e Rosso Istanbul (İstanbul Kırmızısı, 2017) tratto da un suo romanzo, non è meno esatto che questa volta s’immerge sino alla punta dei capelli in un clima fantastico – misterioso lontano dalle sue corde abituali. In altre parole il mondo in cui questo cineasta si muove è quello del realismo con importanti aperture in direzione della libertà omosessuale. Un tema presente anche in quest’ultimo film come dimostrano le non poche sequenze rivolte al mondo e alla cultura dei femminielli. Non è un caso se le parti meno riuscite, come l’intero finale, sono quelle in cui dominano gli elementi irrazionali e fantastici qui il regista mostra di essere in imbarazzo a maneggiare una materia che gli è del tutto estranea. Meglio si comporta nelle scene in cui si raccontano i rapporti sessuali fra la protagonista e l’uomo appena incontrato, anche se in queste parti sembra di cogliere una tensione gay ben più forte di quella eterosessuale. La storia, oscurità a parte, è abbastanza semplice. Un’anatomopatologa incontra a una festa un aitante giovanotto, con lui passa una notte di amore focoso e accetta un secondo appuntamento per l’indomani, incontro a cui l’uomo non si presenta. La dottoressa si ritrova l’amante sul tavolo delle autopsie, mutilato negli occhi e strangolato. La donna inizia una personale ricerca nel corso della quale s’imbatte nel sosia del morto che sostiene di esserne il fratello gemello. Mentre la polizia le svela che l’uomo che sta cercando non è altro che un delinquentello ucciso da quelli che aveva recato d’imbrogliare, la professionista vede emergere dalla memoria un dramma di cui era stata testimone da bambina. Ulteriori sviluppi della storia sono tutt’altro che chiari.

   

Image Gallery

Napoli velata
Napoli velata
Napoli velata

opinioni autore

 
Napoli velata 2017-12-30 14:56:24 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
6.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    30 Dicembre, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews