Stampa
PDF
 

Parliamo delle mie donne Parliamo delle mie donne

Parliamo delle mie donne

Cast, Crew, Infos - Cinema

Titolo originale
Salaud, on t'aime
Sceneggiatura
Claude Lelouch, Valérie Perrin
Interpreti
Johnny Hallyday, Sandrine Bonnaire, Eddy Mitchell, Irène Jacob, Pauline Lefèvre, Sarah Kazemy, Jenna Thiam, Agnès Soral, Valérie Kaprisky, Isabelle de Hertogh, Rufus, Antoine Duléry.
Nazionalità
Anno
Durata
124

Il cinema francese ha solide basi produttive e artistiche. Claude Lelouch incarna una delle figure di spicco di questa seconda parte. Dai tempi di Un uomo, una donna (Un homme et une femme, 1966), il suo maggior successo commerciale, ha continuato a raccontare storie sentimentali con una grazia e un’attenzione che ne fanno un vero maestro di questo genere.

Parliamo delle mie donne porta la data produttiva del 2014, ma arriva solo ora sui nostri schermi con un titolo assai più banale dell’originale Salaud, on t'aime, che potremmo tradurre liberamente Stronzo, ti amiamo che individua con sufficiente precisione la storia raccontata che è quella di Jacques Kaminski, un importante fotografo di guerra che ha trascorso la sua esistenza in giro per il mondo sposando numerose donne e mettendo al mondo quattro figlie delle quali si è sempre occupato poco. Arrivato attorno ai settanta, compera una splendida abitazione ai piedi del Monte Bianco, versante francese. Qui incontra un’ultima compagna, l’agente immobiliare che gli ha venduto la casa, ed è raggiunto dalle figlie grazie a uno stratagemma, che tale in realtà non è, inventato dal suo medico curante. Il regista dedica il film ai suoi figli: sette avuti da cinque donne diverse ed afferma, con un pizzico d’ironia non lontana dal vero, che nemmeno il giorno del suo funerale si ritroveranno tutti insieme. E’ una storia sulla vecchiaia di un uomo famoso e contiene molti elementi autobiografici ed è a tratti commuove per le verità che gli attori le sanno imporre. Fra gli interpreti un ruolo fondamentale riveste Sandrine Bonnaire capace di rendere vero un personaggio intriso di dolore, mentre Johnny Hallyday è un po’ troppo monocorde per convincere sui travagli che attraversa e, soprattutto, sulla scelta drammatica che compirà nel finale.

Image Gallery

Parliamo delle mie donne
Parliamo delle mie donne
Parliamo delle mie donne

opinioni autore

 
Parliamo delle mie donne 2017-07-24 17:11:41 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
7.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    24 Luglio, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews