Stampa
PDF
 

Youth - La giovinezza Youth - La giovinezza Hot

Youth - La giovinezza

Cast, Crew, Infos - Cinema

Titolo originale
Youth
Sceneggiatura
Paolo Sorrentino
Interpreti
Michael Caine, Rachel Weisz, Jane Fonda, Harvey Keitel, Paul Dano, Maladina Ghenea.
Anno
Durata
119

Paolo Sorrentino ha ambientato Youth - La giovinezza in una albergo svizzero ai piedi delle Alpi, lo stesso in cui Thomas Mann (1875 – 1955) ha collocato il suo capolavoro La montagna incantata (Der Zauberberg, 1924). Qui si ritrovano, assieme ad una variegata clientela internazionale che comprende nobili, giocatori un tempo famosi, attori sulla cresta dell’onda, due artisti amici da tempo immemorabile e che hanno superato l’ottantina.

Fred (Michael Caine) è stato un famoso compositore e direttore d’orchestra che ha rinunciato definitivamente alla bacchetta e allo spartito dopo la morte della moglie, una soprano con cui ha passato la vita. In realtà scopriremo, quasi alla fine del film, che la donna è ancora viva ed è ricoverata a Venezia colpita da demenza senile. Il musicista non vuole più sentire parlare di concerti, rifiuta un lucroso contratto per le sue memorie e rimanda a casa delusi, per ben due volte, gli emissari della regina d’Inghilterra che vorrebbero ritornasse a dirigere in occasione del compleanno del principe ereditario. Mick (Harvey Keitel) è un noto regista di cinema che non ha perso la speranza di riprendere in mano la macchina da presa per filmare quello che lui stesso definisce il suo capolavoro. Due atteggiamenti opposti davanti alla vecchiaia che ritrovano una scintilla comune nella contemplazione del corpo nudo della modella rumena Maladina Ghenea, qui nel ruolo di Miss Universo. I giorni passano uguali e monotoni nel sontuoso albergo - sanatorio e i due amici hanno modo di punzecchiarsi sul passato (un tempo hanno ambito alle grazie della stessa donna e la figlia del musicista ha sposato il rampollo del cineasta) e riflettere sullo scorrere del tempo. Il finale è tragico e beffardo a un tempo: quello dei due dotato di maggior ottimismo si suicida, l’altro accetta di dirigere, nonostante i precedenti rifiuti, alla presenza della sovrana inglese. E’ una profonda, bella e toccante riflessione sulla vecchiaia, non priva di ironia – la stessa che accompagna la scelta del titolo – in cui si scandagliano sia la decadenza causata dallo scorrere degli anni, sia la forza vitale che accompagna l’esistenza di qualunque essere umano indipendentemente della primavere che ha alle spalle.

Image Gallery

Youth - La giovinezza
Youth - La giovinezza
Youth - La giovinezza

opinioni autore

 
Youth - La giovinezza 2015-05-20 19:56:46 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
8.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    20 Mag, 2015
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews