76ma Mostra Internazionale d'arte Cinematografica di Venezia - Pagina 5

Stampa
PDF
Indice
76ma Mostra Internazionale d'arte Cinematografica di Venezia
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5
Pagina 6
Pagina 7
Pagina 8
Pagina 9
Pagina 10
Pagina 11
Pagina 12
Pagina 13
Pagina 14
Tutte le pagine

wasp-network-il-nuovo-film-di-olivier-assayas-maxw-814Alla fine degli anni novanta i servizi di sicurezza cubani riuscirono a stabilire a Miami una rete di agenti, detta il giro delle vespe, con il compito di contrastare le nascenti attività anticastriste tese a prevenire i continui attentati alla vita di Fidel Castro i ripetuti attacchi alle attività turistiche del paese e, di passaggio, sviluppare un proficuo (per gli organizzatori) traffico di droga con altri paesi latinoamericani. Il francese Olvier Assayas ha nesso in scena la vita di questi rivoluzionari cubani in un film, Wasp Network, che ha la solidità di un giallo e la capacità di svelare uno dei tanti lati oscuri della politica americana sotto a presidenti delle più diverse origini politiche. È uno straordinario servizio televisivo al cui centro stanno uomini e donne che credono fortemente nella dignità del loro paese. Qualche eccessiva semplificazione di fa perdonare con la generosità dell’assunto nel suo complesso e con la scelta di campo decisamente inusuale.
The-Laundromat-Trailer-NetflixSempre rimanendo in ambiente latinoamericano abbiamo visto anche The Laundromaat (Lavanderia a gettoni) che Steven Soderberg, onusto di gloria commerciale come autore della serie Ocean’s, ha tratto dalla messa in scena del libro Secrety Word: inside the Panama Papers, Investigation on illicit Money Netwoeks and the global Elite del Premio Pilitzer Jake Bernstein. Come si evince sin dal titolo è una ricognizione nel documenti che vanno sotto il titolo di Panana Papers usciti dalle segrete di un famoso studio legale di quel paese e che hanno dimostrato con quanta facilità fosse possibile ai ricchi schermare le loro sostanze o commettere vere e proprie truffe ai danni di ingenui utenti di compagnie assicurativo o finanziarie. Il regista non trascura il lato umoristico della vicenda (ad un certo punto la sua voce fuori campo dice: anche io ho usato un paio di queste società-guscio per non pagare tasse) ma picchia forte sulla complicità oggettiva del potere politico. Un film intelligente, importante e, nonostante tutto, piuttosto divertente. Lo interpretano, nei ruoli principali, Meryl Streep, Gary Oldman e Antonio Banderas.   

U.R.